Manovra, dal Pd arriva l'emendamento salva ambulanti: tutto rinviato al 2020

Manovra, dal Pd arriva l'emendamento salva ambulanti: tutto rinviato al 2020

Dunque, nonostante la direttiva europea sul commercio ambulante e sulle concessioni demaniali avesse dovuto entrare in vigore già da tempo e nonostante la condanna della Corte europea inflitta all'Italia proprio a causa della mancata applicazione delle norme europee, non se ne riparlerà fino al prossimo 2020. Un emendamento del Pd approvato nella notte in Commissione Bilnacio della Camera, infatti, prevede che "al fine di garantire che le procedure per l'assegnazione delle concessioni del commercio su aree pubbliche siano realizzate in un contesto temporale e regolatorio omogeneo, il termine delle concessioni in essere alla data di entrata in vigore della presente disposizione e con scadenza anteriore al 31 dicembre è prorogato fino a tale data", ovvero fino al 2019. "Esprimo gratitudine anche al proponente del testo Onorevole Marco Donati e a tutti i firmatari dell'emendamento" scrivono in una nota Alessia Salmoni, responsabile Uiltucs di Roma e Lazio e Roberto Di Porto, presidente della associazione ambulanti Roma.

Contro la direttiva Bolkestein c'erano state proteste e manifestazioni di piazza in tutte le città. I settori maggiormente interessati dal provvedimento sono quelli dei servizi in concessione.

La direttiva Bolkestein, molto contestata fin dalla sua prima presentazione nel 2004, si inserisce nello sforzo generale della Commissione di far crescere competitività e dinamismo in Europa per rispettare i criteri della Strategia di Lisbona.

Un primo tentativo di applicare la direttiva in Italia ci fu nel 2010, quattro anni dopo la sua entrata in vigore.

Intanto, prosegue l'iter di approvazione della manovra finanziaria, che dovrà essere ultimato entro il 31 dicembre, ma secondo quanto si vocifera, è probabile che la fiducia verrà apposta dal governo giovedì mattina, 21 dicembre.