Isis voleva uccidere Theresa May: sventato attentato, terrorista pronto ad accoltellarla

Isis voleva uccidere Theresa May: sventato attentato, terrorista pronto ad accoltellarla

Il lupo solitario scoperto dalle autorità inglesi si stava preparando per far esplodere un ordigno rudimentale a Downing Street, residenza del premier inglese, per poi cercare di accoltellare Theresa May nel caos che ne sarebbe seguito. Le affermazioni di Parker sono arrivate poche ore dopo che un rapporto indipendente - pur elogiando nel complesso l'azione preventiva antiterrorismo di Scotland Yard e MI5 - aveva denunciato lacune da parte di polizia e servizi riguardo all'attentato di maggio a Manchester: notando come il giovane kamikaze d'origine libica Salman Abedi fosse già finito sotto i radar degli investigatori e avrebbe potuto essere fermato. Il quotidiano The Sun, in edicola oggi, fa anche i loro nomi: si tratterebbe di Naa'imur Zakariyah Rahman, 20 anni, e Mohammed Aqib Imran, 21.

Due uomini sono stati arrestati il 28 novembre scorso a North Kensington, a ovest di Londra, con l'accusa di voler assassinare il capo del governo britannico.

Addirittura, sempre secondo i media, due persone sarebbero già sulla lista degli incriminati per il caso del presunto attentato pianificato contro la Premier inglese.

Negli ultimi mesi è stato sventato un attacco terroristico che era rivolto contro la Premier inglese Theresa May. È accusato di avere tentato di ottenere un passaporto falso e di voler raggiungere la Libia.

Nel rapporto i Servizi hanno riferito al Consiglio dei Ministri di almeno nove progetti di attentato significativi scongiurati da servizi di sicurezza e polizia britannica dopo l'attacco compiuto a Westminster dal 'lupo solitario' Khaled Masood a marzo.