Elezioni, Berlusconi: "A breve tavolo centrodestra sul programma"

Elezioni, Berlusconi:

"Il vero presidente del Consiglio sarebbe Piercamillo Davigo, che avrebbe stabilito con Grillo il patto di mettere otto magistrati di sinistra nel governo". Non vedo grossi problemi stavolta".Riguardo la stesura del programma di centrodestra, i partiti "già probabilmente la settimana prossima si troveranno. Secondo Berlusconi, infatti, "siamo di fronte a un pericolo grave almeno quanto quello dei comunisti nel '94, potrebbero vincere questi signori del M5s, che ho avuto modo di conoscere".

Sostiene le tesi di Berlusconi il senatore palermitano di Forza Italia Renato Schifani: "Sentire un leader politico parlare consapevolmente e con delle proposte realizzabili di abbassamento delle tasse, di parità, di crescita economica, di pensioni, di ceto medio, fa tornare la speranza che la buona politica si possa ancora realizzare". Sono persone che dipendono da un vecchio comico e da un esperto di comunicazione che impongono loro cosa dire. "Sul simbolo - ha annunciato lo stesso Matteo Salvini ai giornalisti a margine di un incontro a Milano - ci sarà la scritta Lega-Salvini premier con l'immagine del Leone di San Marco e di Alberto da Giussano".Il leader del Carroccio marcia spedito verso Palazzo Chigi insieme alla compagine di centrodestra e agli alleati Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. "Poi abbiamo diversità di linguaggio e di tono, ma sulla sostanza siamo sempre stati d'accordo su tutto". Aggiungendo che: "Non so se questa favola sia vera, ma confermo che un governo 5 Stelle sarebbe un disastro per la classe media, gli imprenditori e tutta l'Italia".

Sulla tassazione l'ex Premier dichiara che al Paese serve una rivoluzione fiscale, "Bisogna arrivare a una completa semplificazione dello Stato con una riorganizzazione scientifica di tutti i suoi apparati e le amministrazioni pubbliche". Faremo i conti, ma sotto i 10mila o 12mila euro non ci sarà da pagare alcuna tassa. "Io non giustifico gli evasori, non lo sono assolutamente, ma una tassa sentita più giusta è più difficile da evadere". Sul tema della violenza sulle donne, Silvio Berlusconi, oppositore del Movimento 5 Stelle, sottolinea come, al governo "dopo un pò di tempo hanno dato la delega alle pari opportunità a Maria Elena Boschi che non ha fatto assolutamente nulla". Infine, in risposta alla domanda sulla possibilità che un governo di centrodestra introduca una pensione per le casalinghe, Berlusconi ha risponde: "Nel proporre l'ampliamento a 1000 euro delle pensioni minime ho messo anche le nostre mamme. Per noi la tutela delle donne è sempre stato prioritario, la sinistra l'ha tirato fuori come qualcosa da sventolare a tre mesi dalle elezioni". "Il femminicidio è una piaga per l'Italia, è una priorità che noi abbiamo sempre tenuto presente a differenza di quanto ha fatto la sinistra".