Da Costa d'Avorio in Italia, arresti a Parma per tratta di baby calciatori

Da Costa d'Avorio in Italia, arresti a Parma per tratta di baby calciatori

E' questo il bilancio dell'attività di indagine portata a termine dal Servizio Centrale Operativo e della Squadra Mobile di Parma, con l'ausilio di alcuni poliziotti della Mobile di Milano e del Reparto Prevenzione Crimine 'Emilia Romagna Occidentale'.

Perno dell'organizzazione - tre arrestati e cinque indagati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e falso - l'agente Damiano Giovanni Drago, 32enne originario di Augusta (Siracusa) ma residente a Parma.

Le indagini sono partite in seguito ad una segnalazione pervenuta dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia riguardante proprio il presunto traffico di piccoli calciatori. Arrestati a Parma il procuratore Giovanni Damiano Drago e gli ivoriani Demoya Gnoukouri e Kone Abdouraman. La seconda fase consisteva nell'individuare, in Italia, cittadini ivoriani con regolare permesso di soggiorno, disponibili a rivestire il ruolo di falso genitore: a questo punto venivano redatti dei documenti falsi che attestavano legami di parentela mai esistiti. Tra questi calciatori c'è Assane Gnoukouri, 11 presenze nell'Inter tra il 2014 e il 2017 poi all'Udinese; il giocatore è fermo per problemi cardiaci.