Champions League, Roma agli ottavi da prima nel girone

Champions League, Roma agli ottavi da prima nel girone

Un minuto dopo il Qarabag costruisce la sua azione migliore, con Ismayilov che centra per l'accorrente Almeida: alto. Pochi minuti dopo, sempre su corner, Dzeko spara alle stelle da posizione centrale dopo un velo di De Rossi.

Gli uomini di Eusebio Di Francesco, secondi nel raggruppamento C, punteranno al bersaglio grosso, dopo la sconfitta contro l'Atletico Madrid, per essere certi del passaggio di turno senza curarsi di quel che faranno Chelsea (1° nel girone) ed i Colchoneros (3° nel girone).

Nell'ultimo turrno di Champions League stasera la Roma riceve gli azeri del Qarabag. "E' chiaro che abbiamo compiuto un'impresa e siamo felici per questo, ma sappiamo che dobbiamo e possiamo migliorare per raggiungere livelli più alti". Il pressing degli attaccanti è andato a vuoto e il Qarabag non ha rischiato praticamente nulla. Le orecchie romaniste sono rivolte agli aggiornamenti da Stamford Bridge: il Chelsea prima va sotto con una zampata di Saul, poi impatta l'Atletico con un'autorete di Savic.

Il primo tempo vede una Roma molto tesa in campo.

Ci prova anche Edin Džeko, sugli sviluppi di uno schema da angolo perfettamente orchestrato, ma il destro dell'ex attaccante del Manchester City finisce altissimo.

Nella ripresa la Roma alza i ritmi di gioco, per trovare il gol che le darebbe la certezza della qualificazione: al 49′ Nainggolan ci prova dai 20 metri, ma Sehic blocca a terra. La palla si impenna e si avventa come un falco l'argentino che ribadisce in rete di testa.

MICHEL SPAVENTA L'OLIMPICO - Il Qarabag ha badato a non prendere l'imbarcata e nel finale ha tentato anche una timida sortita: bene è andata ai giallorossi che, all'83, un cross dalla sinistra di Guerrier, 'bucato' da Fazio, non abbia trovato pronto Michel a una seria deviazione di testa.

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti. In panchina: Skorupski, Jesus, Moreno, Pellegrini, Gerson, Gonalons, Schick. All.: Di Francesco 6. (1 Kanibolotskiy, 7 Amirguliyev, 30 Huseynov, 91 Diniyev).