Bollini rosa ospedali Usl Umbria 1

Bollini rosa ospedali Usl Umbria 1

Un'apposita commissione multidisciplinare, presieduta da Walter Ricciardi, Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, ha validato i bollini conseguiti dagli ospedali nella candidatura considerando gli elementi qualitativi di particolare rilevanza e il risultato ottenuto nelle diverse aree specialistiche presentate.

Sono tre i criteri utilizzati dall'Osservatorio per la valutazione degli ospedali: la presenza di aree specialistiche di maggior rilievo clinico per la popolazione femminile; l'appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e l'offerta di servizi per l'accoglienza.

Nello specifico a far la differenza per l'assegnazione del "Bollino Rosa" all'Ospedale Santa Maria sono stati la presenza di un centro per la Procreazione Medicalmente Assistita (P.M.A.), l'attività dell'unità di senologia, un percorso preferenziale di assistenza dalla prevenzione alla cura, l'utilizzo di un mammografo 3D, i reparti di ostetricia e ginecologia, e l'esecuzione della partoanalgesia. Allo stesso modo San Pier Damiano Hospital, ospedale polispecialistico, ha conseguito il riconoscimento attraverso la qualità dei servizi ambulatoriali erogati, della degenza ginecologica e per le strumentazioni diagnostica d'avanguardia, insieme alla presenza della Moc, Mineralometria Ossea Computerizzata, ovvero una tecnica diagnostica che si utilizza per quantificare la mineralizzazione delle ossa, indispensabile strumento per diagnosticare e contrastare l'insorgere dell'osteoporosi.

Sono 4 i "Bollini Rosa", il riconoscimento di Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, che vanno alla Aziena Usl bolognese. Per la prima volta dalla istituzione del premio, sono stati introdotte due nuove specialità, la geriatria e la pediatria, dove anche in questi settori il S.Maria della Misericordia si è distinto; anche i percorsi assistenziali "ospedale-territorio" hanno avuto un peso nella graduatoria, così come la presenza del servizio Pet-Terapy, da qualche anno attivo a Perugia nella struttura di Oncoematologia Pediatrica.

Dall'8 gennaio 2018, sul sito www.bollinirosa.it, sarà possibile consultare le schede degli ospedali premiati, suddivise per regione, con l'elenco dei servizi valutati. Tramite un apposito spazio riservato agli utenti è possibile lasciare un commento sulla base dell'esperienza personale che viene poi condiviso da Onda con gli ospedali interessati. Nei prossimi due anni, le 17mila farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale daranno indicazioni per trovare l'ospedale a "misura di donna" più vicino. "In questi anni la rete degli ospedali 'amici delle donne' si è allargata e solo rispetto al biennio precedente quelli nuovi sono 86", ha affermato Francesca Merzagora, Presidente di Onda. Onda lavora a fianco di questi ospedali per promuovere un approccio 'di genere' nell'offerta dei servizi socio-sanitari, imprescindibile per poter garantire una corretta presa in carico della paziente in tutte le fasi della vita.

"Una prestazione sanitaria di livello elevato, un'alta competenza specialistica coniugata all'attenzione alla paziente e al suo benessere complessivo declinata al femminile".