Bollette a 28 giorni: pesanti multe dall'Agcom

Bollette a 28 giorni: pesanti multe dall'Agcom

Il comportamento delle società era astuto in quanto tutti gli operatori riuscivano ad incassare una bolletta in più all'anno spostando la fatturazione da mensile a 28 giorni, un affare da un miliardo l'anno solo sulla rete fissa.

"Altroconsumo diffida gli operatori telefonici a restituire ogni euro ingiustamente incassato con la tariffazione selvaggia a 28 giorni. - viene esposto in una nota dell'associazione dei consumatori - Ieri Agcom ha accolto le richieste dell'organizzazione e sanzionato per 1,16 milioni di euro a testa Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb per non aver rispettato le modalità di comunicazione nel rinnovo delle tariffe".

Come riporta 'mondomobileweb.it', qualora i provider, a seguito dell'applicazione del provvedimento di cui sopra, dovessero optare per la modifica di alcuni altri contenuti contraddistinguenti l'offerta, compresi i profili tariffari, per legge gli stessi avrebbero il dovere ad informare i clienti con un preavviso di almeno 30 giorni, e di consentire loro di recedere senza penali ed eventuali costi di disattivazione (in qualche modo sarebbe stato meglio frenare questa eventualità, dal momento che gli operatori potrebbero avvalersene per recuperare i guadagni andati persi con la fatturazione ogni 28 giorni).

L'Agcom, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha deliberato di imporre ai colossi Tim, Wind, Vodafone, Tre e Fastweb la "sanzione massima prevista dalla legge per la mancata osservanza della propria delibera in materia di cadenza di rinnovo delle offerte e di fatturazione dei servizi, relativamente alla telefonia fissa e alle offerte convergenti fisso-mobile".

Fortunatamente, nelle scorse settimane è stata approvata una legge che vieta questo tipo di pratica e obbliga gli operatori ad attuare la fatturazione mensile. Lo stesso Antonio Nicita, commissario AGCOM, ha sottolineato che "quello che conta è l'efficacia della comunicazione in termini di comprensione". E in un certo senso ha il diritto di essere così. "Guardiamo con fiducia al Parlamento perché ci doti di armi più efficaci e appuntite" ha concluso Nicita.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.