Arrestato capo ultrà della Juve: deve scontare 13 anni e 11 mesi

Arrestato capo ultrà della Juve: deve scontare 13 anni e 11 mesi

Nei suoi confronti i militari hanno eseguito un'ordinanza per un cumulo pene di 13 anni e 11 mesi. E' accusato di aver sparato a un tifoso avversario il 5 ottobre del 2016 in piazza Morbegno, zona viale Monza a Milano.

È finito a processo anche per aver accoltellato un amico di Merafino, per evitare che testimoniasse contro di lui.

Grancini è già noto alle cronache e dagli investigatori è considerato vicino alla 'ndrangheta e cosa nostra. Secondo gli investigatori, lo avrebbe minacciato obbligandolo "a procurare biglietti" per diverse partite, tra cui il match di Champions League tra Juventus e Real Madrid.