Usa, per la prima volta il DNA modificato all'interno del corpo

Usa, per la prima volta il DNA modificato all'interno del corpo

I primi segni per capire se l'approccio sta funzionando si avranno in un mese, ma entro tre mesi si saprà con sicurezza se il trattamento è riuscito. "Sono disposto a correre questo rischio e spero di aiutare altre persone malate", ha detto Maduex all'Associated Press.

Un Dna modificato in una persona vivente per curare una grave malattia. E' un pò come inviare un mini-chirurgo nell'organismo per piazzare il nuovo gene esattamente al posto giusto. L'esperimento é stato realizzato lunedì ad Oakland (California).

"Le prove sugli animali sono state molto incoraggianti", ha dichiarato il dottor Howard Kaufman, uno scienziato di Boston del National Institutes of Health, che ha approvato gli studi.

I pazienti con la patologia di Madeux, la sindrome di Hunter, non dispongono di un enzima in grado di scomporre determinati carboidrati.

I medici americani, nel dettaglio, sono intervenuti tentando il cosiddetto editing dei geni direttamente all'interno del corpo del paziente. Questi si accumulano nelle cellule e causano danni in tutto il corpo.

Madeux, che era uno chef per le celebrities ed è fidanzato con un'infermiera, Marcie Humphrey (con lui nella foto) ha avuto 26 operazioni di ernia, bunioni, problemi a orecchio, occhio e cistifellea. La malattia aveva deformato la sua vie aeree: "Stavo annegando nelle mie secrezioni, non potevo tossire", racconta.