Telefono e pay tv, stop alle bollette ogni 28 giorni

Telefono e pay tv, stop alle bollette ogni 28 giorni

L'emendamento Pd al decreto fiscale è stato approvato dalla Commissione bilancio del Senato dopo la riformulazione da parte del relatore: fermata dunque la fatturazione a 28 giorni per i servizi delle imprese telefoniche, delle pay tv e internet, ristabilendo le scadenze mensili o per multipli del mese. La bolletta torna a essere mensile. Gli operatori dovranno adeguarsi entro 120 giorni e, in caso di violazione, l'Autorità per la garanzia delle Comunicazioni imporrà la cessazione della condotta e il rimborso ai clienti. Lai ha aggiunto che "Era importante che si ponesse fine a una vicenda che sta molto a cuore ai cittadini".

Per chi non rispetterà i consumatori è previsto un raddoppio delle sanzioni, che passano da un minimo di 240mila euro a un massimo di 5 milioni. L'emendamento punta a garantire informazioni "chiare e corrette" ai consumatori e definisce come "pratica commerciale scorretta" qualsiasi offerta che non rispetti i criteri definiti dall'Agcom.