Roma, due omicidi in 24 ore: stesso killer? Fermato un uomo

Roma, due omicidi in 24 ore: stesso killer? Fermato un uomo

Si tratta di un 35enne di origine romana che sarebbe evaso dai domiciliari dopo essersi liberato del braccialetto elettronico e, oltre ad aver accoltellato a morte la transessuale si sarebbe macchiato di un altro delitto.

Si sta valutando una eventuale correlazione tra l'omicidio del 27enne transessuale trovato ieri nel parco del Turismo all'Eur e quello del ragazzo 20enne trovato stamattina in fin di vita in un palazzo in via Padre Lino da Parma, zona San Basilio, con una ferita al torace, e poi morto durante il trasporto all'ospedale Sandro Pertini. L'uomo stava scontando i domiciliari in un'abitazione di Ostia Antica, giovedì pomeriggio era evaso facendo perdere le tracce di sé.

Per gli inquirenti, la coltellata che ha ucciso il giovane di San Basilio sarebbe identica a quella sferrata appena 24 ore prima a Laurentiu Ursaru, la transessuale romena di 27 anni, trovata cadavere all'Eur nel parco del Turismo.

La polizia ha infatti fermato un uomo che ha precedenti per tentato omicidio e reati contro il patrimonio.

Nel frattempo sono in corso accertamenti su un secondo caso di omicidio, con modalità simili. Da una prima ricostruzione dei fatti, era stato aggredito tra l'una e le tre di notte prima di essere colpito mortalmente al torace da una coltellata.

Le immediate indagini condotte in maniera serrata dalla squadra mobile, attraverso attività tecnica e continui pattugliamenti nelle zone interessate dall'omicidio, permettevano di rintracciare nel pomeriggio di ieri sul Lungotevere dei Vallati l'evaso, conducendolo in Questura dove veniva sottoposto ad interrogatorio.