Presentati calendario e agenda 2018 dell'Arma dei Carabinieri

Presentati calendario e agenda 2018 dell'Arma dei Carabinieri

"I valori etici e sociali dell'Arma": questo il tema del Calendario storico 2018 dei Carabinieri, presentato ieri a Roma al Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo dal Comandante generale dell'Arma, Tullio Del Sette, e illustrato questa mattina a Siracusa dal Comandante provinciale dei Carabinieri, Luigi Grasso.

La presentazione ha avuto inizio con un emozionante e toccante video commemorativo realizzato dall'ufficio cerimoniale televisivo del comando generale nazionale, descrivendo minuziosamente con l'operato dei nostri militari, il significato relativo alla cooperazione verso altre culture, lavorando per la conoscenza di altre forme di espressione di società diverse dalla nostra, culture anch'esse portatrici di valori importanti, con le quali i nostri carabinieri si confrontano quotidianamente.

Il Calendario storico, nato nel 1928 ed interrotto nel periodo bellico dal 1945 al 1949, è tornato ad essere pubblicato nel 1950.

Il filo conduttore è costituito dalle colorate e vivide opere del Maestro Ugo Nespolo, tra i migliori artisti contemporanei: dalla copertina, un album di famiglia a rappresentare tutti i centodiecimila Carabinieri in servizio nelle tante specialità dell'Arma, alle pagine di sinistra di ogni mese, dedicate a nostri compiti istituzionali.

"Un appuntamento atteso e tradizionale", ha commentato il comandante provinciale Luca Mennitti.

Il calendario di quest'anno chiude un ciclo, iniziato nel 2016, in cui l'Arma dei Carabinieri ha reso omaggio a quelle che sono le arti figurative principali: la pittura e la grafica. L'"impegno per l'ambiente", la "sicurezza personale e sociale", la "tutela delle categorie deboli", l'"integrazione multiculturale", il "valore della tradizione", la "libertà di espressione", la "libertà di riunione", la "cooperazione internazionale", la "tutela del patrimonio culturale", la "tutela dei minori", l'"ordinata convivenza civile" e l'"identità culturale".

E' diventato negli anni un oggetto di culto raggiungendo una tiratura di 1.300.000 copie di cui 11.000 in altre lingue, indice sia dell'affetto di cui gode l'Arma, sia del valore dei suoi contenuti, che ne fanno un prodotto editoriale apprezzato e presente nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro. L'agenda 2018 ha dedicato il proprio inserto allo sport nell'Arma ed ai gruppi sportivi dei carabinieri.