Pistola puntata a carabiniere, arrestati tre rapinatori. Ecco i nomi

Pistola puntata a carabiniere, arrestati tre rapinatori. Ecco i nomi

I militari a Monreale hanno arrestato tre palermitani accusati una tentata rapina alle poste in via Aldo Moro di Monreale e di un colpo a un supermercato in via Beato Angelico di Palermo, entrambe a mano armata e commesse il 22 luglio 2016.

"Una rapina sfumata solo grazie al coraggioso intervento di un carabiniere libero dal servizio - è la ricostruzione fatta dalle forze dell'ordine - che era causalmente presente in quell'ufficio postale assieme alla moglie e alla figlia minorenne".

Si tratta, in particolare, di Vincenzo Chiofalo, ventiquattrenne, Francesco Quartararo, venticinquenne e Umberto Milazzo ventottenne, tutti di Palermo.

Non contenti, i tre hanno assaltato nella stessa giornata un supermercato, portando via un incasso di poco superiore a 200 euro.

I carabinieri sono risaliti ai rapinatori grazie a lunghe indagini, svolte attraverso l'analisi dei filmati dei sistemi di video-sorveglianza, intercettazioni e servizi di osservazione e pedinamento.

Secondo le testimonianze, confermate anche dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, hanno puntato la pistola alla testa del militare, che è comunque riuscito a sventare la rapina. Milazzo era in permesso premio: stava scontando una pena in carcere per reati dello stesso genere.

Qualche minuto prima della seconda rapina, il telefono Chiofalo ha agganciato proprio il ponte ripetitore del supermercato.

Quartararo, detto "Sciacallino", era l'autista della SMART; nelle settimane successive al 22 luglio 2016, il proprietario dell'auto lo ha contattato più volte perché voleva che gli venissero risarciti i danni arrecati alla sua autovettura.