Mps, su morte David Rossi procura Siena apre 2 nuovi fascicoli

Mps, su morte David Rossi procura Siena apre 2 nuovi fascicoli

Per questo motivo anche l'ex segretario di Mussari è stato ascoltato dalla Polizia Giudiziaria. La lista non è ancora completa, ma i primi nomi messi nero su bianco dalla procura di Genova imprimono una accelerata all'inchiesta aperta all'indomani delle dichiarazioni dell'ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini. Dichiarazioni rilasciate durante una puntata delle Iene. Piccini, nell'intervista, aveva detto di aver saputo di "festini" ai quali avrebbero partecipato importanti personaggi della magistratura e della politica. "Gli aggressori avevano delle pistole col silenziatore".

Mps, su morte David Rossi procura Siena apre 2 nuovi fascicoli
Mps, su morte David Rossi procura Siena apre 2 nuovi fascicoli

Una volta, però, andarono in ospedale - spiega sempre il sedicente Muto a Goracci - dove era ricoverato il padre di Rossi e lì, ricorda anche il fratello del capo della comunicazione, il manager aveva una valigetta e sembrava essere molto interessato al suo contenuto. Qui l'ex capo comunicazione di Mps aveva una valigetta preziosa. Goracci spiega alle Iene: "Mi dice che lui e Rossi andavano allo Ior e lì si incontravano con uno che me la descrive con uno con i capelli tutti impomatati e soprannominato Fonzie, un consigliere di amministrazione di Mps e dello Ior (in realtà l'uomo era un consulente della banca vaticana, ndr). Quella valigetta probabilmente era piena di soldi". Gli inquirenti genovesi hanno così deciso di ascoltare l'ex presidente di Mps Giuseppe Mussari, l'ex amministratore delegato Fabrizio Viola e la sua segretaria Lorenza Pieraccini, Valentino Fanti (allora segretario di Mussari e del cda), Bernardo Mingrone al tempo numero uno dell'area finanza e altri testimoni della notte in cui Rossi morì, dalla sua vice Lorenza Bondi al capo della segreteria Gian Carlo Filippone, fino al portiere di Rocca Salimbeni Massimo Riccucci e all'imprenditore Antonio Degortes. Il fascicolo è ancora per atti relativi, ma dopo la tornata di interrogatori i magistrati decideranno se contestare l'abuso d'ufficio o archiviare. I due fascicoli sono finalizzati ad accertare se esistono elementi concreti che possano portare alla riapertura dell'inchiesta sulla morte di Rossi, archiviata per due volte come suicidio.