MotoGp, il team principal Honda Livio Suppo lascia le corse

MotoGp, il team principal Honda Livio Suppo lascia le corse

ADDIO HONDA Subito dopo la conquista del sesto Titolo Mondiale di Marc Marquez e alla vigilia degli imminenti test sul Ricardo Tormo di Valencia, il team Honda Repsol ha dovuto annunciare una notizia del tutto inaspettata all'intero mondo della MotoGP.

Queste le parole del manager piemontese, che con i suoi occhi di ghiaccio ha fatto tremare gli avversari ed innamorare i suoi collaboratori: "E' arrivato il momento di ricaricare le batterie, è il momento giusto per me e la Honda". Il motivo del passo indietro, con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del contratto? Livio Suppo, che è stato "dietro" ai più grandi campioni di sempre, ha deciso di lasciare il mondo delle corse e di prendersi una pausa. "Al momento ho bisogno di staccare". In precedenza aveva lavorato per 11 anni in Ducati, giocando un ruolo chiave nello sbarco in MotoGP della casa di bolognese che nel 2007 centrò uno storico Mondiale con Casey Stoner.

Caparbio, determinato, severo con i "suoi" piloti e al tempo stesso un amico: quando Marc Marquez arrivò nel 2013 in Motogp, a causa di una manovra un po' azzardata ai danni del compagno di squadra Dani Pedrosa, lo definì troppo aggressivo, ma poi è riuscito insieme a lui a far vincere alla Honda ben quattro titoli iridati.

LA HONDA RINGRAZIA - Livio Suppo è entrato a far parte della HRC come Direttore Comunicazione e Marketing nel 2010. "Di sicuro mi prenderò un po' di tempo per fare vacanze, riposarmi. Non è semplice, ma è la cosa migliore per me e la mia famiglia". "Voglio trascorrere un po' di tempo con la mia famiglia." - ha dichiarato in conferenza stampa.

IL MOMENTO GIUSTO PER LASCIARE - Per Honda sarà difficile trovare adesso un sostituto:"Ho preso la mia decisione", - ha concluso Suppo - una scelta di vita dopo 22 anni trascorsi nel paddock del motomondiale. "Il mio obiettivo ora è ricaricarmi e pensare a qualcosa di diverso".