Manovra, in arrivo nuova lettera Ue all'Italia. Katainen: situazione non migliora

Manovra, in arrivo nuova lettera Ue all'Italia. Katainen: situazione non migliora

Insomma: per evitare una procedura d'infrazione per deficit eccessivo, se i conti non miglioreranno da soli, servirà una correzione. E la Ue si prepara a un richiamo formale.

E' la stoccata lanciata al Paese dal vicepresidente della Commissione UE Jyrki Katainen. Una decisione dell'Esecutivo UE sarebbe però attesa soltanto per il prossimo maggio, sulla base dei consuntivi del 2017, e soprattutto dopo le prossime elezioni politiche. Lo hanno deciso i commissari nella loro riunione di oggi, nel corso della quale hanno discusso del 'semestre' europeo di 'governance' economica e degli orientamenti della politica di bilancio della zona euro nel suo complesso.

Più perentorie e assai meno sfumate invece la parole pronunciate quasi in contemporanea con questo annuncio dal numero due della Commissione, il finlandese Jyrki Katainen, considerato un "falco" del rigore finanziario europeo.

Sul progetto di bilancio per il 2018 "prenderemo le decisioni la prossima settimana" ma "il fatto è che, e tutti possono vedere i numeri, la situazione in Italia non sta migliorando".