Manovra, arriva lo sconto fiscale per chi ha bisogno di badanti

Manovra, arriva lo sconto fiscale per chi ha bisogno di badanti

II Fondo è destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell'attività di cura non professionale del caregiver familiare come definito al comma 2.

I 60 milioni stanziati, suddivisi in tre anni, saranno attinti dal fondo speciale di parte corrente, utilizzando l'accantonamento del Ministero dell'Economia. E' quanto ha affermato il presidente del Senato Pietro Grasso intervenendo in Assemblea dopo la richiesta espressa dal presidente della commissione Bilancio Giorgio Tonini (Pd). "Per caregiver - sottoliena la senatrice Annamaria Parente, capogruppo del Pd nella Commissione Lavoro - si intende chi assiste e si prende cura del coniuge, di una delle parti dell'unione civile tra persone dello stesso sesso o del -convivente di fatto o anche di un famigliare entro il terzo grado che, a causa di malattia, infermita' o disabilita', non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di se'". Si tratta di un fondo tutto sommato modesto, ma che rappresenta comunque un punto di inizio per un ambito sul quale fino ad ora c'era il buio più totale (nonché la sostanziale assenza dello Stato).

Inoltre arriva anche uno sconto fiscale per tutelare le librerie; è stato approvato un emendamento da parte della Commissione che prevede per la vendita di libri al dettaglio un credito di imposta su Imu, Tasi, Tari e sull'eventuale affitto. Secondo Maurizio Sacconi, senatore ed ex ministro, la sua definitiva approvazione sarebbe "finalmente una risposta alla domanda di tutela che sale dai molti invisibili che donano se stessi, ogni giorno, alla cura di un familiare gravemente disabile". "Mi auguro quindi che, pur nel poco tempo che ci resta prima della fine della legislatura, si riesca ad approvare il disegno di legge sul caregiver familiare il cui esame e' fermo in commissione lavoro del senato, accelerandone i lavori in sede deliberante, considerata anche la grande coralita' di intenti che ha segnato il percorso dell'emendamento approvato".

"L'approvazione unanime dell'emendamento che istituisce il fondo per il riconoscimento del caregiver familiare e' un il primo passo per inquadrare il lavoro di cura di chi accudisce costantemente il proprio familiare invalido affetto da patologie gravi o gravissime". In questo modo, il testo potrà essere portato in Aula entro mercoledì.