Juventus, Marotta: "Ossessione Champions. Troppa pressione su Dybala" 290 13-11

Juventus, Marotta:

Dopo due sconfitte in finale negli ultimi tre anni, settima finale di Champions persa, l'amministratore delegato bianconero ammette che arrivare a Kiev, sede della finale 2018, è ormai un'ossessione tutta bianconera: "Abbiamo disputato due finali negli ultimi tre anni ma non siamo riusciti ad alzare il trofeo" è il rammarico del dirigente bianconero, condizione che dovrà fungere da "stimolo e incoraggiamento per riuscire a migliorare e alzare finalmente questa coppa". Lo scudetto? Sarebbe un fallimento sportivo non vincerlo. In questo momento c'è molta pressione su Dybala, ha abituato tutti troppo bene e così quando gioca in maniera normale iniziano le critiche. Di problematiche profonde non ne abbiamo, dobbiamo guardare avanti per cogliere le opportunità che ci si presentano. Ma è difficile trovare un giocatore da Juventus, avremo un atteggiamento prudente. "Vero, in difesa conosciamo l'attuale situazione anagrafica, ma i nostri 'meno giovani' stanno facendo ancora benissimo e questa sera saranno in campo con la Nazionale".

"Parlando dal punto di vista sportivo un'Italia fuori dal Mondiale sarebbe un fallimento". Sarà una sfida impegnativa perché la Svezia ha evidenziato qualità agonistiche, quindi noi dobbiamo essere capaci di affrontare la sfida non solo sul piano tecnico, ma anche su quello agonistico: "loro baseranno la partita su questo".