Italia, Ventura conferma: "Se non c'è De Rossi giocherà Jorginho. Sono ottimista..."

Italia, Ventura conferma:

Si ripartirà, come è avvenuto dopo alcune delusioni cocenti.

"Momento quasi assurdo da associare ad una partita di calcio, un'atmosfera funebre senza che è morto nessuno".

Ai microfoni de La Domenica Sportiva, il commissario tecnico della nazionale Giampiero Ventura ha parlato della sfida contro la Svezia: "Noi abbiamo due modi di giocare che entrambi attaccano sulle fasce, il modulo è importante ma non determinante, conta la determinazione e la cattiveria che metti in campo e con il quale fai male all'avversario, in senso sportivo". "Se non c'è De Rossi c'è Jorginho, se giocheremo in questo modo altrimenti non giocherà Jorginho e vedremo". Ventura si sta confrontano continuamente con il suo staff, convinti di poter fare l'impresa, a patto che a San Siro si vedrà una squadra compatta. Senatori? "Percorsi che segnano le nostre vite oltre che le nostre carriere. Non dovemo pareggià, dovemo vince!", ha detto De Rossi, visibilmente contrariato, indicando Lorenzo Insigne, fermo a terra e non chiamato a scaldarsi con gli altri possibili sostituti. Finisce anche un altro percorso: quello mio, di Buffon, Barzagli. Dobbiamo vincere.Giro il mondo con questa maglia addosso da 16 anni, comprendendo le rappresentative giovanili.