Incontro Trump-Putin in Vietnam: manca accordo tra i due Paesi

Incontro Trump-Putin in Vietnam: manca accordo tra i due Paesi

Entrambi i leader saranno presenti al forum sulla Cooperazione economica Asia-Pacifico a Danang, in Vietnam e nei giorni scorsi si era parlato più volte di un ipotetico faccia a faccia tra i due presidenti.

Stamattina presto la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders ha affermato che una riunione formale tra Trump e Putin al vertice Apec non avrà luogo, ha riferito Bloomberg. La Russia intanto continua a "lavorare con pazienza".

"Nessuno più si prenderà vantaggi sul commercio con noi, metterò sempre davanti l'America con negoziati sempre su base bilaterale con chi vorrà - ha concluso Trump tra gli applausi - Dio benedica la regione Indo-Pacifica, Dio benedica gli Usa".

"Giungono dichiarazioni conflittuali. Non capiamo ancora. Ma con pazienza continuiamo a lavorare per raggiungere una certa comprensione" ha detto ancora il segretario stampa presidenziale Peskov ai giornalisti. Con il presidente vietnamita, secondo Ushakov, il colloquio si concentrerà sulle relazioni bilaterali: inoltre è prevista l'adozione di una dichiarazione congiunta sulla cooperazione nell'ambito della sicurezza delle informazioni a livello internazionale.

Quanto al summit, il presidente cinese, Xi Jinping, ha difeso il libero scambio multilaterale e proposto una "rete globale di zone di libero scambio". In un modo o nell'altro si incroceranno. Altrimenti l'incontro sarebbe degradato a un colloquio informale a margine del vertice Apec o "più tardi", nelle Filippine. "Ora, in questo momento, si sta concordando il momento (nella giornata), ma sarà il 10", aveva comunicato alla stampa Ushakov, citato dall'agenzia Interfax. Trump e Putin, come specificato dalla Casa Bianca, non terranno un incontro bilaterale formale, mentre il Cremlino spiega invece che si sta ancora organizzando un incontro tra i due. "I leader saranno insieme nello stesso spazio", ha detto ai giornalisti, quindi un incontro è possibile "in piedi", benchè, visti i segnali contrastanti giunti dalla Casa Bianca, "non è ancora chiaro".