Il Comune non "gonfia" la Tari

Il Comune non

Il Dipartimento Finanze del Ministero dell'Economia ha pubblicato la Circolare del 20 novembre che illustra la modalità corretta di calcolo e di rimborso dopo gli errori di alcuni Comuni che hanno fatto pagare di più alcuni cittadini. Andiamo a scoprire nel dettaglio come ottenere il rimborso. Ciò chiarito, con riferimento alle pertinenze dell'abitazione "appare corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell'utenza domestica". "Per le utenze domestiche, essa si compone di una parte fissa calcolata in base ai metri quadri dell'immobile e di una parte variabile calcolata in base al numero degli occupanti (corrispondente ad un quantitativo di rifiuti calcolato in base alla procedura contenuta nel punto 4.2, all.1, del D.P.R.158/1999)". Basta presentare istanza entro cinque anni dal giorno del versamento.

In arrivo le riduzioni Tari per le fasce deboli di contribuenti al Comune di Salemi. Il Ministero esclude che sia possibile ottenere rimborsi anche per la Tares (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani), disciplinata da regole differenti, che non prevedevano, salvo casi eccezionali, la ripartizione della stessa in quota fissa e variabile. "In quanto lo stesso nucleo familiare produce sempre lo stesso quantitativo di rifiuti, pur possedendo più immobili (utenze domestiche) non locati e nello stesso comune dell'abitazione principale".

Rimborsi. Qualora il contribuente riscontri un errato computo della parte variabile della tassa sui rifiuti effettato dal Comune o dal soggetto gestore del servizio può chiedere il rimborso del relativo importo in ordine alle annualità a partire dal 2014, anno in cui la Tari è entrata in vigore. Carlo Rienzi, presidente del Codacons, ha commentato: "Le amministrazioni devono restituire il maltolto in modo automatico e senza ulteriori costi per gli utenti", ha commentato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, aggiungendo che "se i soldi non verranno rimborsati, sarà intentata una valanga di cause contro le amministrazioni inadempienti".