Hamrin attacca Ibra: "Meglio che nella Svezia non ci sia lui"

Hamrin attacca Ibra:

GRANDE ASSENTEIn Italia ha vestito le maglie di Juve, Inter e Milan segnando grappoli di gol (ben 122): basterebbe già questo per fare dello svedese un personaggio, ma Zlatan Ibrahimovi è un simbolo e ha il carisma del leader che spinge i compagni anche da bordo campo. Quando c'ero io tutti si aspettavano di vincere Mondiali e Europei, ma questa è la pressione che do sempre a me stesso e che mi arriva da fuori. Non è stata una partita combinata, perché non avrei mai potuto permettere una cosa simile, è contro i miei principi, chi mi conosce lo sa. "La Svezia farà di tutto per passare e la stessa cosa farà l'Italia".

L'ex centravanti della Svezia e stella assoluta della nazionale svedese, Zlatan Ibrahimovic, ha parlato della gara che tra pochi giorni metterà di fronte la sua nazionale e quella italiana a Sky Sport.

Poi Ibra ha incoronato il suo "erede" italiano: "Verratti nessuno è più forte di lui, però devi farlo giocare nella maniera giusta per averlo al massimo, bisogna schierarlo come fa il Psg come centrale in un centrocampo difensivo". E' l'uomo al centro del progetto della società dei bibitari di Lipsia che con l'acronimo RB hanno mascherato la non certo misteriosa proprietà e sponsorizzazione della Red Bull. Nella ragnatela di Ragnick sono finiti fior di talenti. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.