Formula 1, Hamilton: "Bello festeggiare con tutto il team"

Formula 1, Hamilton:

Siamo partiti con qualche difficoltà, ma siamo riusciti a migliorare in maniera costante durante la stagione. Non mi aspettavo un'accoglienza del genere. "Migliorati su telaio e motore in modo eccezionale per gran parte dell'anno." .

"Credo che la velocità già ci fosse, però a volte in qualifica non l'abbiamo dimostrato" - ha continuato il figlio d'arte olandese - "A volte mi sono reso la vita difficile da solo, ma quando salti su una macchina nuova non hai molto tempo per abituarti, è più difficile, mentre quest'anno i test invernali mi hanno aiutato parecchio a conoscere quei piccoli dettagli all'interno della macchina che ti portano a sentirti più a tuo agio". E su Vettel in particolare: "So che Seb alzerà il tiro il prossimo anno e continuerà a lavorare duro su se stesso", ha commentato Hamilton.

Un altro argomento che ha caratterizzato la conferenza stampa è stato quello relativo alla crescita della Formula 1 soprattutto in termini di entertainment e presenza sui Social Network.

Va inoltre rammentato che probabilmente, per la prima volta, Vettel si sia trovato nella condizione di perdere un campionato in cui era uno dei contendenti, visto che nell'epopea della Red Bull non ha lasciato spazio a nessun'altro e al di là di quel periodo mai è stato veramente in contesa per un mondiale, ergo la gestione del risultato è stato qualcosa di "nuovo" per il tedesco che si è così espresso: "Perdere il titolo ha dato amarezza, ma guardiamo alla prossima stagione". Vettel ha evidenziato come le vetture siano diventate "più difficili, divertenti e veloci, anche i sorpassi è bene che debbano essere una conquista e non ridotti ad una normale manovra".

Due vittorie di giustezza come quelle raccolte in Malesia e Messico, 90 punti nelle ultime cinque gare (otto in più di quelli fatti da Hamilton, per esempio), quattro podi nonostante i sei ritiri (sette se ci aggiungiamo il crash di Singapore) indipendenti dalla sua responsabilità. Poi ha continuato a parlare della sua stagione sotto un'altra ottica: "Credo di essere migliorato in generale, è tutta una questione di esperienza, se non hai gareggiato molto nelle categorie inferiori e fai il salto in Formula 1 molto presto, sei costretto a crescere in Formula 1 e hai tutti gli occhi puntati addosso". Una successo che e' stato festeggiato dopo la gara del Brasile con una festa presso la farm di Brackley. "Penso che in simili occasione si debba celebrare il Paese che ospita il Gran Premio, non i piloti o una loro rappresentanza".