Evasione fiscale, ai domiciliari a Messina il neo-deputato Udc Cateno De Luca

Evasione fiscale, ai domiciliari a Messina il neo-deputato Udc Cateno De Luca

Attraverso le indagini, dicono gli investigatori, è stato individuato un complesso reticolo societario che faceva capo alla Federazione nazionale autonoma piccoli imprenditori ed alla società Caf Fenapi s.r.l., riconducibile a De Luca e Satta con cui avrebbero realizzato un sofisticato sistema di fatturazioni fittizie finalizzate all'evasione delle imposte dirette ed indirette.

La frode si è sviluppata basandosi sul trasferimento di materia imponibile dal CAF alla Federazione Nazionale, in virtù del regime fiscale di favore applicato a quest'ultima, che ha determinato un notevole risparmio di imposta.

Oltre alle due persone sottoposte agli arresti, sono state deferite a piede libero altri 8 associati. Il neo deputato regionale siciliano eletto nell'UDC, che aveva ottenuto tante preferenze in Sicilia, è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Messina, ed ora si trova agli arresti domiciliari. Secondo i responsabili dell'indagini, la presunta associazione a delinquere organizzata dai due personaggi sarebbe stata finalizzata a un'evasione fiscale pari a un milione e 750mila euro. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.