Ducati 959 Panigale Corse, ispirata alla MotoGP

Ducati 959 Panigale Corse, ispirata alla MotoGP

Semplice, perché questa creatura di Borgo Panigale ha affinità con la Desmosedici che corre in MotoGP e perché sarà la base per le future Ducati che andranno a correre sui circuiti di Superbike. Arriva infatti la Ducati 959 Panigale Corse, una moto che è ispirata in maniera decisa alla livrea della MotoGP, pronta a regalare grandi soddisfazioni agli amanti della velocità.

Una moto pensata per una guida più fluida e comoda grazie anche ai vari sistemi che fanno parte della due ruote. L'IMU Bosch gestisce il funzionamento dell'ABS Cornering la funzionalità Cornering Lights (DCL) presente nel faro full LED che equipaggia la Multistrada S e il Ducati Wheelie Control (DWC). Saranno 3 le versioni proposte: Panigale V4 "standard", Panigale V4 S e l'esclusiva Panigale V4 Speciale in serie limitata: solo 1500 unità. A questo è stata associata una corsa più lunga (che porta ad una cilindrata totale di 1.103 cm³) per aumentare la coppia ai bassi e medi regimi e ridurre il regime di rotazione massima in modo da rendere più gestibile l'erogazione. Perché era già chiaro dall'inizio che la moto avrebbe fissato nuovi parametri in termini di prestazioni e sofisticatezza. Questo V4 di 90° può raggiungere una potenza di 226 cavalli a 13.000 giri al minuto, utilizzando lo scarico racing Akrapovic.

Ducati non si ferma alla V4 Panigale per quel che riguarda le novità relative al segmento delle supersportive, presentando ad Eicma 2017 anche la versione più estrema della "media" 959.

Volendo contenere il più possibile l'inevitabile incremento di peso rispetto alla 1299 Panigale, dovuto al maggiore frazionamento, Ducati ha sviluppato un inedito telaio denominato "Front Frame".

Un'attenta progettazione e l'uso di materiali leggeri ha permesso di contenere il peso kerb (ovvero in ordine di marcia con il 90% del carburante) per le versioni "S" e Speciale di 195 kg.

La Ducati Multistrada si aggiorna col nuovo motore Ducati Testastretta DVT (Desmodromic Variable Timing) da 1262 cc, una nuova ciclistica, elettronica più evoluta e un aggiornamento estetico che comprende nuove ali laterali e ruote dal design più sportivo.