Domenica Soliera ricorda i caduti di Nassiriya

Domenica Soliera ricorda i caduti di Nassiriya

Ai caduti di Nassiriya intitolata una piazza a Carema, da sempre attivo centro a due passi dalla Valle d'Aosta. Questa mattina, domenica 12 novembre, l'intitolazione a Carema. Con loro le associazioni combattentistiche e d'arma, la fanfara degli Alpini della Valle Bormida e il parroco di Carema che, al termine della cerimonia, ha celebrato la Santa Messa in suffragio dei Caduti di Nassiriya. Infatti, in occasione dell'intitolazione che ha visto in primo piano i Carabinieri, hanno preso parte all'uscita le scolaresche della zona. Uno dei momenti clou è stato il picchetto dei carabinieri della Compagnia di Ivrea.

"Ancora oggi - ha aggiunto il sindaco - il nostro primo pensiero, di dolore e di gratitudine, va a coloro che persero la vita per dare pace e libertà al territorio iracheno martoriato dalla guerra, ed alle loro famiglie". Alle 08.40, ora italiana, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti all'ingresso della base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei carabinieri, provocando successivamente l'esplosione del deposito munizioni della base e pertanto la morte di diverse persone tra carabinieri, militari e civili. Hanno partecipato, inoltre, il Comandante provinciale di Carabinieri, il Colonnello Emanuele De Santis, l'assessore regionale Giovanna Pentenero, il senatore Albert Laniece. Paese che ha voluto ricordare il suo valoroso morto durante la cerimonia del 4 Novembre nel 2016 dedicandogli una lapide.