Caso sospetto di mucca pazza: donna campana deceduta

Caso sospetto di mucca pazza: donna campana deceduta

I riflettori sul morbo si erano nuovamente accesi lo scorso giugno, quando una donna di 76 anni di Pescia, in provincia di Pistoia, era deceduta in circostanze che avevano lasciato supporre potesse trattarsi di "mucca pazza". Gli specialisti molisani spiegarono alla famiglia che purtroppo non c'erano cure possibili per contrastare questo morbo e che rimaneva poco tempo alla donna.

Dopo aver consultato diversi professionisti in Campania e senza mai riuscire ad avere una diagnosi precisa, i familiari della donna decisero di rivolgersi altrove. Furono i medici dell'ospedale d'Isernia ad inquadrare il suo caso: la donna era stata colpita dalla malattia di Creutzfeldt-Jakob. I primi sintomi ad agosto: perdita della memoria e dell'equilibrio, poi man mano la situazione è degenerata, fino al decesso. La 58enne ha perso la vita nel giro di quattro mesi, dopo un rapido e irreversibile peggioramento delle sue condizioni di salute.

Lì i medici le hanno diagnosticato la malattia di Creutzfeldt-Jakob, una variante del morbo della mucca pazza che colpisce l'uomo.

In Italia dai primordi del 2017 si contano circa cinque i casi sospetti di "Mucca pazza" che sono stati segnalati al Ministero.