Addio a Ray Lovelock, star dei polizieschi anni '70

Addio a Ray Lovelock, star dei polizieschi anni '70

Proprio questa mattina vi abbiamo raccontato della triste morte di John Hillerman, storico sergente Higgins di Magnum P.I. Ora è appena arrivata un'altra pessima notizia: è morto a Trevi l'attore e cantante Ray Lovelock. "Aveva un tumore che ha combattuto coraggiosamente ma negli ultimi due mesi le sue condizioni si erano aggravate", ha spiegato suo fratello Andrea.

Nato a Roma da padre inglese, Raymond Lovelock aveva esordito nei fotoromanzi.

Il primo ruolo importante glielo diede Carlo Lizzani quando lo scelse per interpretare il delinquente "Tuccio" in Banditi a Milano, al fianco di Gian Maria Volonté e Don Backy. Da "La Piovra 5" a "Caterina e le sue figlie" con Virna Lisi e Alessandra Martines.

Tra i film più celebri a cui ha preso parte, "Cassandra Crossing", ma anche "Uomini si nasce poliziotti si muore".

Tantissime le serie tv che lo hanno visto protagonista.

"La sua carriera inizia nel 1965 con il film per il cinema "Darling" e, sempre per il grand eschermo, ha lavorato fino allo scorso anno con la pellicola" My father Jack" di Tonino Znagardi. Tra i polizieschi più famosi, invece, ricordiamo: Uomini si nasce poliziotti si muore, Squadra volante e Pronto ad uccidere.

Altre fiction nelle quali recita sono "Turbo" e "Ricominciare", una soap opera. I funerali si terranno domani (sabato) alle 14.30 al Duomo di Trevi.