Un Lecce spietato punisce le incertezze del Bisceglie

Un Lecce spietato punisce le incertezze del Bisceglie

L'1-3 incassato al "Via del Mare" da un Lecce che ha saputo calarsi nei panni della formazione di rango è la cartina tornasole di una partita strana, nella quale ai nerazzurri non è stato perdonato nulla.

Peccato perché il collettivo ospite ha vanificato l'ottimo impatto mentale sulla gara, certificato dai tentativi di Lugo Martinez al 14° (conclusione centrale bloccata da Perucchini), Dentello Azzi due minuti più tardi (palla altissima) e Montinaro sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Bisceglie incisivo. Partipilo non ha centrato la porta. Il Lecce, sul 2-0 a seguito delle reti di Caturano e Costa Ferreira, subisce il gol di Risolo e vacilla un po' (2-2 annullato a Gabrielloni per fuorigioco), prima della rete della sicurezza e della tranquillità messa a segno da Di Piazza. Al 54' Costa Ferreira, imbeccato perfettamente da Torromino, fa secco Crispino e raddoppia. Per i salentini Di Piazza di testa ha colpito la traversa. Lugo Martinez al volo non ha inquadrato la porta. Da segnalare lo striscione della curva nord al medico sociale Dr Peppino Palaia tornato come responsabile dell'area medica dell' Us Lecce e seduto dopo qualche anno in panchina al "Via del Mare" tra le fila dei giallorossi.

22 Peruchini, 3 Di Matteo, 5 Cosenza, 6 Arrigon, 7 Torromino, 8 Costa Ferreira, 10 Lepore (Capitano), 16 Drudi, 18 Caturano, 21 Tsonev, 29 Armellino.