Spray al peperoncino in sala, Elisa interrompe il concerto

Spray al peperoncino in sala, Elisa interrompe il concerto

Gli investigatori, impegnati a ricostruire la dinamica dell'episodio, sospettano che l'uomo abbia spruzzato una sostanza urticante per riuscire ad assicurarsi l'uscita dalla Sala Fucine.

TORINO È il weekend delle rinnovate Officine Grandi Riparazioni (OGR), l'ex "cattedrale" di architettura industriale dell'Ottocento recuperata dalla Fondazione CRT e pronta a diventare il nuovo hub delle arti, dell'innovazione e dell'enogastronomia nel cuore della città.

Alcuni spettatori, ieri sera verso le 00.50, hanno cominciato ad avvertire bruciore alla gola e a tossire durante il concerto, e una ragazza ha dovuto persino rivolgersi ai soccorsi presenti in loco. L'artista di Monfalcone si è esibita sul palcoscenico torinese insieme ad altri personaggi (Giorgio Moroder e il rapper Ghali che doveva ancora esibirsi) e la sua esibizione, ha subìto una battuta d'arresto. Una persona è rimasta perfino intossicata.

Sulla pagina facebook delle Ogr è apparso il seguente messaggio:"La stupidità di un singolo non ha permesso a centinaia di persone di godere il finale della nostra festa inaugurale". "Per motivi indipendenti dalla nostra volontà siamo stati costretti ad interrompere lo spettacolo". Ringraziamo il numeroso pubblico per aver partecipato con così grande entusiasmo e ci scusiamo per l'accaduto, ma abbiamo condiviso con il personale di sicurezza e i vigili del fuoco la necessità di liberare i locali.

"Vi ringraziamo per aver collaborato a rendere l'evacuazione della sala rapida ed efficiente, in meno di 3 minuti; il piano di evacuazione ha perfettamente funzionato, senza scene di panico", si legge mentre si confermano tutti i prossimi concerti in programma con rafforzamento del piano di sicurezza. "Il sistema dei controlli già elevato sarà ulteriormente rafforzato in occasione del prossimo concerto del 7 ottobre".