Sparatoria di Montalenghe, morto stanotte all'ospedale Cto Raimondi

Sparatoria di Montalenghe, morto stanotte all'ospedale Cto Raimondi

È accaduto oggi pomeriggio alle 17,30 (sabato 30). Gli agenti danno la caccia ad un furgone bianco. Da quanto è stato accertato, la vittima era parente del proprietario di casa, che fa parte di una famiglia sinti. I militari, durante l'agguato, stavano facendo un sopralluogo, dopo la richiesta del proprietario che aveva notato sui muri fori probabilmente provocati da proiettili. Le indagini, estremamente delicate visto quello che è successo, sono al momento in corso.

Il padrone di casa, considerato uno dei capi dei sinti nel Canavese, era nome noto alle forze dell'ordine per una lunga lista di precedenti. Subito soccorso, è stato prima trasportato all'ospedale di Ivrea ma, viste le condizioni gravissime in cui versava, è stato trasferito al Cto di Torino. Si trovava all'interno del cortile della villetta, quando il commando ha aperto il fuoco. All'arrivo dei carabinieri, con un'auto civetta, la sparatoria è proseguita: e un carabiniere è stato raggiunto al gomito e medicato all'ospedale di Ivrea. È stato colpito di striscio a un braccio dalle schegge di un proiettile. I carabinieri hanno organizzato diversi posti di blocco in tutta la zona, al momento senza esito.