Ryanair chiede scusa ai piloti e promette aumenti in busta paga

Ryanair chiede scusa ai piloti e promette aumenti in busta paga

Michael O'Leary, ceo di Ryanair, ha inviato una lettera di scuse a tutto il personale della compagnia aerea, promettendo ai piloti una serie di migliorie nelle condizioni di lavoro.

Il quotidiano belga La Libre Belgique ha ottenuto una copia della missiva: la lettera di O'Leary è principalmente indirizzata ai suoi piloti che da diversi mesi stanno "fuggendo" dalla compagnia e di fatto potrebbero metterla in ginocchio. La compagnia irlandese, lo scorso settembre, aveva annunciato la cancellazione di 2.100 voli fino alla fine di ottobre, ai quali se ne sono aggiunti altri 18mila (circa 1% del totale) a partire dal novembre 2017 fino a marzo 2018. Le modifiche "trasformeranno le vostre prospettive", scrive O'Leary, invitando i piloti a "rimanere con Ryanair per un futuro più luminoso e migliore per te e la tua famiglia". Lo ha riportato Bloomberg.

Nella lettera, il manager irlandese si impegna ad allineare i salari dei piloti a quelli dei concorrenti low cost Jet2 e Norwegian e a negoziare miglioramenti delle condizioni su giorni di malattia pagati, periodo di prova, congedo di maternità e altre voci contrattuali. "I nostri iscritti hanno già avuto esperienze con le promesse di Ryanair e quindi dovremo considerare con cautela ogni aspetto prima di decidere".