Referendum Catalogna, sei procure indagano su operato Mossos

Referendum Catalogna, sei procure indagano su operato Mossos

Mossa che, dopo le pubblicazioni di video e foto sui social, ha già batezzato per i catalani i pompieri come "eroi" di giornata. L'uomo e' stato soccorso e trasportato nell'ospedale Vall d'Hebron in elicottero a Barcellona, ma non ce l'ha fatta.

La polizia spagnola ha sparato sulla folla usando proiettili di gomma e caricato la gente in attesa davanti ai seggi causando decine di feriti tra i votanti. Sul fronte opposto secondo il ministero dell'Interno spagnolo almeno 11 agenti sono rimasti a loro volta feriti.

Gli agenti antisommossa spagnoli hanno però deciso di caricare con i manganelli il gruppo di vigili del fuoco catalani, in divisa e con il casco, che stavano presidiando un seggio in cui si votava per il referendum catalano. Centinaia di indipendentisti hanno trascorso la notte a sorvegliare i seggi che hanno tentato di aprire stamane alle ore 9, anche se la Guardia Civil ha bloccato gli ingressi. In questa situazione la ribellione di massa che ha investito la Catalogna è arrivata a coinvolgere la polizia locale, i Mossos d'Escuadra, che si sono scontrati con le forze della polizia e della Guardia Civil inviate dallo Stato spagnolo. Il match si è svolto a porte chiuse, senza spettatori, per le tensioni che si vivono nel capoluogo catalano per gli scontri tra indipendentisti e la polizia nazionale, chiamata a bloccare il referendum illegale sulla secessione da Madrid.