Nucleare, Trump verso lo stop all'accordo con l'Iran

Nucleare, Trump verso lo stop all'accordo con l'Iran

Il presidente americano Donald Trump sarebbe pronto ad annunciare, la prossima settimana, che non rispetterà l'accordo nucleare con l'Iran ratificato dal suo predecessore Barack Obama.

Lo riporta il Washington Post. Sempre secondo il giornale, Trump dovrebbe tenere un discorso il 12 ottobre per enunciare una strategia relativa a terrorismo e instabilità in Medioriente: nell'ambito di questo discorso dovrebbe aprire alla possibilità di modificare l'intesa del 2015, ma astenendosi dal raccomandare al Congresso la reimposizione delle sanzioni che di fatto costituirebbe una abrogazione dell'accordo.

L'incontro con i funzionari di massimo livello dedicati alla sicurezza nazionale tra cui il segretario alla Difesa, James Mattis, c'è stato nello stesso giorno in cui il Washington Post ha riferito che Trump intende dire che lo storico accordo sul nucleare iraniano non è nell'interesse nazionale degli Stati Uniti.

Nessuno dei tre Paesi europei che hanno siglato l'accordo sul nucleare - Regno Unito, Francia e Germania - crede che l'Iran stia violando l'accordo e ognuno di loro ha detto pubblicamente che non verrà rinegoziato.

Trump criptico coi leader militari: "Calma prima della tempesta".

"Non dobbiamo consentire all'Iran di ottenere le armi nucleari", ha detto Trump incontrando i leader militari alla Casa Bianca. "Che tempesta?", ha chiesto un giornalista presente: "Sull'Iran? Sull'Isis? Su cosa?". Il Presidente si è limitato a dire che gli Stati Uniti hanno "i migliori militari al mondo" e a chi, a quel punto, gli ha richiesto di che tempesta stesse parlando, Trump ha replicato: "Lo scoprirete".

"Se gli Usa lasciano l'accordo sul nucleare e gli altri fanno altrettanto, l'accordo sarà finito". "Abbiamo sottolineato più volte che l'accordo non è rinegoziabile".