Nobel della chimica assegnato ad inventori del crio-microscopio

Nobel della chimica assegnato ad inventori del crio-microscopio

I ricercatori sono riusciti a sviluppare un metodo in grado di generare immagini in tre dimensioni delle molecole della vita, per riuscirci hanno utilizzato la crio-microscopia elettronica che utilizza campioni a crio-temperature.

Il Nobel per la Chimica 2017 è stato assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson.

La crio-microscopia elettronica ha consentito agli scienziati di riempire gli spazi che erano rimasti vuoti nella ricerca, generando immagini di qualsiasi cosa, dalle proteine che causano la resistenza agli antibiotici alla superficie del virus Zika.

Come funziona il microscopio che crea immagini in 3D. Lo strumento, operativo dallo scorso luglio in Italia, è tanto grande quanto sensibile: "Pesa tre tonnellate e ha una taratura incredibile che ci permette di vedere dettagli che hanno dimensioni dell'Angstrom (0,1 nanometri) - continua Bolognesi - È uno strumento che non deve vibrare e che non dev'essere sottoposto a onde acustiche o elettromagnetiche". Questa è una delle diverse caratteristiche che rendono rivoluzionario il crio-microscopio.