Netflix prezzi abbonamento aumentano negli USA: presto brutte notizie anche in Italia?

Netflix prezzi abbonamento aumentano negli USA: presto brutte notizie anche in Italia?

Invariata invece la sottoscrizione basic, a 7,99 euro.

Si tratta del primo aumento in due anni da parte della società, che ritiene l'incremento dei prezzi giustificato dalla migliore qualità del servizio, a cominciare ad esempio dall'introduzione della modalità di visualizzazione offline. Di conseguenza, gli abbonamenti di "fascia alta" subiranno un leggero aumento. Le motivazioni? La necessità di sostenere i grandi investimenti necessari a creare un sempre maggior numero di contenuti nuovi ed esclusivi: si parla, al momento, di circa6 miliardi di dollari messi sul piatto per il prossimo anno, che potrebbero salire fino a 7.

Si tratterà di un cambiamento poco rilevante per le tasche dei consumatori: il contratto che permette di utilizzare Netflix su due device passerà a 10,99 euro al mese dai 9,99 attuali, mentre quello su quattro supporti passerà da 11,99 euro a 13,99.

La scelta, però, sembra essere stata promossa a pieni voti in borsa, dove ieri alla chiusura delle contrattazioni del listino del Nasdaq, il titolo della compagnia a stelle e strisce ha chiuso in rialzo del 5,4%, a 194,39 Dollari.

L'aumento non riguarderà i soli Stati Uniti. Dal 19 ottobre gli utenti cominceranno a ricevere comunicazione degli aumenti. Dopo le voci di questa mattina arriva la conferma degli aumenti anche nel nostro paese, successivi ai rincari segnalati nella serata di ieri in America. Netflix e Tim Vision hanno raggiunto e superato i 500.000 abbonati già nei primi mesi del 2017, mentre NowTV e Infinity possono contare di una base d'utenza di circa 300.000 sottoscrittori a testa.