Napoli, Sarri: "Feyenoord insidioso. Sostituire Milik? Ho due alternative interne"

Napoli, Sarri:

Loro sono una squadra che se ha spazio a disposizione può giocarsela. Insigne prima, Mertens dopo sistemano la partita che il Napoli accetta di giocare a ritmi bassi, lasciando il possesso palla agli olandesi, né si preoccupa del Feynoord: è davvero distante dal calcio scientifico e sontuoso dello squadrone di Rotterdam, accreditato rivale del fantastico Ajax negli anni '80. "Per lunghi tratti della partita abbiamo fatto bene a parte il tratto centrale". I tre punti, comunque, mi fanno felice: era importante vincere, specialmente dopo la sconfitta in Ucraina, ma su quel gol concesso nel finale dovevamo fare meglio, mi ha fatto arrabbiare.

Com'è noto il tecnico azzurro aveva polemizzato sulle condizioni di gioco del "Mazza" che, a detta di Sarri, sarebbero potute essere all'origine dell'infortunio al ginocchio rimediato da Arek Milik.

Vigilia di Champions League per il Napoli che, archiviate le fatiche di Ferrara, si concentra sulla partita del San Paolo contro il Feyenoord. Questo il commento dell'ex Empoli su Sky Sport a fine gara, visibilmente soddisfatto dei suoi. "Infine, non è che non sono felice, abbiamo vinto e conquistato tre punti importanti, ma il gol preso mi ha tolto soddisfazione". Non è giusto che i giocatori vadano via 10 giorni per giocare contro Gibilterra o Malta. Quelli che racconta la classifica di olandesi (travolti dal City) e azzurri (battuti dallo Shakhtar) ed è vero che non sarà probabilmente decisiva ma altrettanto vero che il Napoli non può sbagliare. "Ora non dobbiamo piangerci addosso: sia Callejon che Ounas sono delle soluzioni per far rifiatare Mertens". "Va riservato un periodo della stagione alle Nazionali ".

"Maksimovic? Per me ha fatto una partita di ottimo livello".

Come valuta la prova di Maksimovic? Ha avuto dei problemi diversi l'uno dall'altro. In questo caso ricredermi è stato per me come una manna dal cielo. Una lussazione alla spalla e un colpo al piede. Adesso l'allenatore è completamente a suo agio con la stampa, è definitivamente padrone della scena. "Stiamo migliorando tanto e siamo contenti".