Milano-Torino, la spunta Uran Aru è terzo

Milano-Torino, la spunta Uran Aru è terzo

Nella più antica classica del circuito internazionale, i primi due terzi di gara trascorrono con una fuga a quattro, ma all'inizio della prima salita del colla di Superga i fuggitivi vengono ripresi dal gruppo.

"I primi movimenti si vedono dopo pochi km di corsa, all'ingresso della provincia di Pavia, quando scattano Gregory Rast della Trek Segafredo, Guillaume Bonnafond della Cofidis, Simone Andreetta della Bardiani CSF e Patrick Lauk della Astana., che alle porte di Vigevano arrivano ad avere 6'05" di vantaggio sul gruppo. Sin da questo passaggio sono stati diversi gli attacchi in gruppo, con Movistar e Team Sky molto attive sopratutto con Winner Anacona e Diego Rosa, già vincitore in passato di questa gara.

In un primo momento Fabio Aru sembrava poter lottare addirittura poter tentare un rientro sul primo, non è stato però in grado di seguire Yates cui va l'onore della armi per averci provato fin quasi agli ultimissimi metri, rendendo più vivace le ultime fasi. Aru recupera sia Gaudu, sia Cherel, ma alle sue spalle arriva come un treno Adam Yates.

Nello sprint finale Uran però con le ultime sue forze ha trova la gamba per respingere l'attacco del britannico della Orica-Scott. La corsa si è accesa in maniera definitiva a circa 3 chilometri e mezzo dal traguardo: si sono mossi David Gaudu (FdJ), Egan Bernal (Androni-Sidermec), Fabio Aru (Astana) e Rigoberto Uran (Cannondale Drapac).