Milan, Montella "la squadra è coesa"

Milan, Montella

Vincenzo Montella ha da poco concluso la consueta conferenza stampa in vista della trasferta di domani sera sul campo del Chievo Verona. Difficile da immaginare a inizio stagione. "Non perde dal 9 settembre". Al momento non vedo il motivo di guardare la classifica, preferisco soffermarmi sui progressi della squadra. "Ci manca uno step per fare ancora meglio". Ho visto grande spirito. Sono nel calcio da tanti anni, fra momenti brutti e felici.

"Quando le cose non vanno bene ci sono gli spifferi dallo spogliatoio e so anche da dove provengono, perchè leggo tutto". Bonucci non ha mai detto che avrebbe fatto un passo indietro sulla fascia.

Sul momento non roseo del Milan: "Veniamo da tre pessimi risultati ma da tre ottime prestazioni". Io mi sento presente, motivato, posso ancora incidere, io sento che la squadra è lì per esplodere. "Dobbiamo riprendere con veemenza quello che abbiamo lasciato". "Anch'io ho spirito di rivalsa". Montella tenta anche di chiudere la polemica a distanza con il presidente dell'Aia Nicchi per l'espulsione di Bonucci in Milan-Genoa: "Nicchi si arrabbia sempre".

Capitolo VAR: "La mia era una considerazione sulle cose che si possono migliorare". Ho sempre rispettato gli arbitri. Eravamo tutti sotto pressione dopo l'ultima settimana, ma la squadra si è comportata in maniera eccellente. Non sono stati presi dei provvedimenti da parte della società, non è nella testa dei dirigenti del Milan l'idea di cambiare capitano: dopo questo stop, Bonucci tornerà capitano del Milan. Le due parti non hanno trovato l'accordo sulle cifre di questa nuova intesa. A sostituirlo potrebbe essere il tecnico della Primavera. Adidas, comprese le royalty sulle magliette vendute, garantiva un accordo superiore di circa 10 milioni. Non lo dico per difenderlo ma credo proprio che fossero per me, perché non ho inserito una seconda punta. La finanziaria, rappresentata nel documento dal direttore esecutivo Ngai Mei, sembra agire solo da intermediaria. Mi preoccupa il silenzio di Mr. Li.

"La fama, la presentazione in grande stile e la fascia di capitano non hanno fatto bene a Leonardo Bonucci".