Marsiglia, due donne uccise a coltellate: l'aggressore gridava Allah Akbar

Marsiglia, due donne uccise a coltellate: l'aggressore gridava Allah Akbar

Un uomo, al grido di Allah u Akbar, ha accoltellato alcuni passanti mentre si trovava alla stazione di Saint-Charles. I fatti si sono verificati intorno alle 13.45 nei pressi della stazione Saint-Charles a Marsiglia: l'uomo sarebbe stato ucciso dai soldati di guardia che avrebbero sparato almeno due colpi.

Secondo Bfm-TV, una delle vittime è stata sgozzata, l'altra pugnalata. L'Isis non ha pubblicato per il momento alcuna rivendicazione. Nelle riprese video della stazione di Marsiglia lo si vede seduto su una panchina; poi lo si vede alzarsi all'improvviso e passare all'azione. La Police Nationale su Twitter ha invitato i cittadini a "evitare la zona". Sul posto sta arrivando anche il ministro dell'Interno francese, Gérard Collomb.

La Procura antiterrorismo è stata incaricata delle indagini. Nel frattempo la stazione è stata evacuata e la società delle ferrovie francesi (Sncf) ha annunciato l'interruzione del traffico in entrata e in uscita. In un tweet sul suo account ufficiale, il presidente si dice vicino alle famiglie e rende omaggio "ai militari di Sentinelle e ai poliziotti che hanno reagito con sangue freddo ed efficacia".