Due evasi dal carcere di Barcellona Pozzo di Gotto: subito ricatturati

Due evasi dal carcere di Barcellona Pozzo di Gotto: subito ricatturati

Dopo aver scavalcato la rete metallica ed il muro di recinzione alti oltre tre metri, approfittando del momento d'aria concessogli all'interno della struttura carceraria, i due detenuti sono evasi.

Due detenuti nella casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), sono evasi ieri sera, ma sono stati subito catturati.

Si tratta di due stranieri, un tunisino di 29 anni e un ghanese di 20, entrambi incarcerati per reati minori. Al km.44 della A/18 Messina-Palermo, i poliziotti hanno notato il 29enne camminare nella corsia di emergenza, questi vistosi scoperto ha anche tentato la fuga nella campagna sottostante la corsia autostradale ma e' stato raggiunto e bloccato. L'evaso e' stato rintracciato nei pressi dei caselli dell'A19 a Barcellona P.G. quando, dopo aver appreso della fuga dal carcere avvenuta intorno alle 18,30, i poliziotti hanno intensificato i controlli. "Sono gravi due evasioni, e cinque detenuti scappati in poche ore, tre a Favignana e due a Barcellona Pozzo di Gotto", evidenzia Donato Capece, segretario generale del Sappe. Il direttore Nunziante Rosania conferma la necessità di interventi, che sono già stati programmati: "Stiamo lavorando per fornire la casa circondariale di un adeguato impianto antiscavalcamento, che richiede un investimento del Dipartimento ed un'adeguata tempista di intervento per la posa in opera della strumentazione".