Dionigi: "Catanzaro grande occasione per me. Rosa valida, dobbiamo reagire"

Dionigi:

Finita l'era di Alessandro Erra, il Catanzaro ha accolto Davide Dionigi.

CHI E' DIONIGI - Ex bomber da grandi cifre, sopratutto con la Reggina, Dionigi ha poi intrapreso la carriera da tecnico, allenando subito il Taranto e sfiorando il salto in serie B. La stessa Reggina lo chiama nella stagione 2012-2013, ma quell'esperienza si conclude con l'esonero a marzo. "Alle ore 14 il mister sarà presentato alla stampa nel corso di una conferenza che si terrà presso il Palace Hotel di Catanzaro marina". Non mi va di fare promesse o di dire le solite frasi fatte. In questa categoria contano tante cose, non solo i nomi. I miei recenti esoneri? Ciò che è emerso con chiarezza sono state le motivazioni che hanno portato al suo allontanamento: la totale assenza di un'organizzazione di gioco. Un conto è conoscere la tipologia dei calciatori, un conto è viverli da vicino. Non mi piace parlare di chi c'era prima di me. Allo stesso tempo, sta a me adesso individuare i problemi che ci sono. Riuscire a cambiare l'andamento delle cose, di certo stuzzica: a volte ci si riesce subito ed a volte c'è bisogno di un po più di tempo, ma l'importante è raggiungere l'obiettivo.

LAVORO SUL CAMPO...L'idea di gioco va inculcata nei giocatori non solo dal punto di vista delle giocate e dell'atteggiamento, ma anche sotto il profilo di una condizione atletica. "Lavoreremo su intensità e coesione di gruppo". Quando si subentra sono tante le cose da valutare, non è come quando si costruisce una squadra dall'inizio.