Dal 2018 una mini-patrimoniale sulle polizze vita

Dal 2018 una mini-patrimoniale sulle polizze vita

Dal 1° gennaio 2018, quindi, potrebbe arrivare un'imposta di bollo del 2 per mille da applicarsi alle comunicazioni che le compagnie assicurative inviano ai sottoscrittori di una polizza vita del Ramo I (in pratica ad essere colpite saranno le polizze vita a capitale garantito). Secondo le stime de Il Sole 24 Ore, la nuova mini-patrimoniale garantirà all'Erario un gettito fiscale aggiuntivo pari a 194milioni di euro nel 2018. L'imposta di bollo sarebbe del 2 per mille (0.2%) e verrebbe applicata dal 1 gennaio 2018 ai clienti che hanno una polizza vita del Ramo I. Vale la pena ricordare, infatti, che l'Esecutivo di Paolo Gentiloni ha preparato un pacchetto fiscale che garantisce maggiori coperture alla manovra finanziaria. Questa tipologia di polizze prevede l'obbligo per l'assicuratore di versare a uno o più beneficiari, indicati nel contratto di assicurazione, un capitale o una rendita nel caso in cui si verifichi un evento relativo a vita dell'assicurato o del contraente (le due figure possono coincidere) come morte o invalidità.

Altre norme pronto-cassa sono la rivalutazione del valore delle partecipazioni negoziate e dei terreni, come pure una nuova stretta sulle compensazioni che saranno sospese per trenata giorni se c'è il rischio di frodi e le nuove disposizioni riguardanti i pagamenti della Pa verso fornitori morosi con il Fisco. Ma aggredire Google & co. Risparmi degli italiani che dal prossimo anno saranno tassati.