Cozze ritirate dal comercio: il lotto ritirato

Cozze ritirate dal comercio: il lotto ritirato

Un lotto di cozze è stato ritirato dal mercato.

Ennesimo richiamo alimentare ordinato da parte del Ministero della Salute. Il marchio del prodotto è Ittica Luciani Srl, azienda sita a Porto Garibaldi, frazione del comune di Comacchio.

Il #ministero della salute ha richiamato un lotto di cozze per la probabile presenza di biotossine marine oltre i limiti previsti dalla normativa vigente. La sede dello stabilimento in cui è stato confezionato il prodotto è in Via dei Poderi, nella frazione di Porto Garibaldi, in provincia di Ferrara. Le biotossine che sono state rilevate dalle analisi ministeriali avrebbero infatti un elevato grado di tossicità, paragonabile a quello del botulino. Nello specifico, Il lotto di cozze contaminate è il L2999 del 22-23-24-25/09/2017 che contrassegna la confezione da 5 kg.

Quando si parla di biotossine marine, i rischi principali possono arrivare da quelle che vengono definite biotossine algali, che la cattura delle cozze non riesce proprio ad eliminare. Il Ministero raccomanda di non consumare le cozze appartenenti a questo lotto e di riportarle al punto vendita. Quante più biotossine vengono ingerite nell'organismo più è elevata la possibilità di esporsi ad una pericolosa tossinfezione, che può provocare anche diversi danni. Un'ottima forma di tutela per il consumatore è l'acquisto e il consumo di prodotti la cui origine è garantita da etichettatura e tracciabilità della sua provenienza. L'unico modo per scongiurare un'intossicazione da biotossine resta dunque non ingerire l'alimento contaminato.

Sempre nella provincia di Ferrara era emerso un episodio simile per le cozze dell'azienda Euroittica di Goro. Il ritiro del Ministero aveva riguardato in quel caso anche i molluschi sottovuoto.