Cinema, Kevin Spacey si scusa per molestie e fa coming out

Con un lungo post su Twitter, la star di House of Cards ha prima chiesto scusa a Rapp per la sua condotta poi ha deciso di fare coming out. "Sinceramente non ricordo quell'episodio che risale a più di 30 anni fa e che è frutto di un comportamento inappropriato legato ai fumi dell'alcol". Questa storia mi ha incoraggiato ad affrontare altri aspetti della mia vita.

Il protagonista di House Of Cards, Kavin Spacey, il presidente Frank Underwood all'interno della serie, è stato accusato da un altro attore (Anthony Rapp, attore della serie tv Star Trek Discovery) di essere stato molestato da Kavin Spacey quando lui aveva ancora (e solo) 14 anni. Rapp ha spiegato come da quell'episodio non abbia più parlato a Spacey e di come negli anni abbia avuto il coraggio di raccontare l'accaduto solo a familiari e amici. "Ma se mi sono comportato come lui dice, gli faccio le mie più sincere scuse". "Mi dispiace per i sentimenti che ha descritto e che si è portato dentro per tutti questi anni". All'epoca Spacey aveva 26 anni e Rapp 14. So che circolano molte storie su di me là fuori, spesso fomentate dal fatto che io sia una persona estremamente riservata. L'attore aveva raccontato come da adolescente era stato invitato a una festa in un club nonostante fosse minorenne, e come alla fine del party Kevin Spacey, visibilmente ubriaco, l'avesse approcciato in modo molto pesante. Nella mia vita ho avuto relazioni sia con donne sia con uomini. Voglio affrontare la cosa onestamente e apertamente a partire da un'analisi del mio comportamento. E lì è rimasto anche, dopo la mezzanotte, quando tutti gli altri invitati se ne erano già andati via. A quel punto Spacey è entrato in camera salendo sul letto e, avvicinatosi a lui, gli avrebbe fatto delle avances a chiaro sfondo sessuale. I due da allora - stando a quel che ha detto Rapp - non si sarebbero più rivolti parola.