Caso Weinstein, nuove accuse da parte di Cara Delevingne e Lea Seydoux

Caso Weinstein, nuove accuse da parte di Cara Delevingne e Lea Seydoux

Purtroppo anche alla modella-attrice è toccato uno spiacevole incontro con Weinstein, avvenuto nel periodo in cui Cara stava traghettando la propria carriera dalla moda al cinema. E a corredare la sua storia un'immagine che parla chiaro: "Non vergognarti della tua storia, ispirerà altre".

Cara Delevingne su instagram ha raccontato l'episodio che la vide protagonista nelle grinfie di quel mostro di Weinstein. A me lui non ha mai fatto niente, e abbiamo lavorato insieme in diversi film. La sua assistente, una giovane donna, era lì.

E arrivò a metterla in guardia. È stata una telefonata strana e imbarazzante... "A quel punto mi sentii indifesa e spaventata, ma non volevo comportarmi come tale, perché speravo di aver frainteso tutta la situazione", racconta la top model, che di punto in bianco si sarebbe trovata dinanzi a una proposta indecente. Purtroppo però, a un certo punto, quest'ultimo se ne andò. Io mi sono dovuta difendere. Non appena restammo soli cominciò a vantarsi di tutte le attrici con cui aveva fatto sesso, del fatto che fosse lui l'artefice delle loro carriere e parlò di altre cose inappropriate, di natura sessuale. Weinsten, scrive la Delevingne, la invitò poi nella sua stanza.

La Delevingne un po' per difesa e un po' perché appare sempre come una donna forte e carismatica, non diede a vedere di avere paura. Mi sentivo colpevole come se avessi fatto qualcosa di sbagliato. Ma, una volta nella stanza d'albergo, trovò un'altra donna sul letto e Weinstein le chiese di baciarla. Iniziai a cantare pensando che avrei reso la situazione migliore, più professionale, come un'audizione. Mi ha anche detto delle cose misogine nel corso degli anni, come "Faresti meglio a dimagrire". Quando Cara tentò di andare via, Weinstein l'agguantò e cercò di baciarla, ma lei riuscì comunque a lasciare l'hotel. "Da allora mi sono sempre sentita male per aver fatto quel film", ha concluso l'attrice.

Ma ora che è venuto tutto a galla la Delevingne ha deciso di raccontare anche lei che Weinstein ha praticato degli abusi. Ero terrorizzata che una cosa del genere fosse accaduta a così tante donne, ma che tutte avessero paura di raccontarlo.

Spunteranno altre donne che decideranno di denunciare Weinstein? Intanto il produttore, attivo e molto noto pure in Gran Bretagna, é stato escluso dai Bafta. Dopo le scottanti rivelazioni del New York Times, che parlavano di offerte di lavoro concesse in cambio di favori sessuali, un'imbarazzata Hillary Clinton ha deciso di sbarazzarsi dei soldi ricevuti dal produttore durante la campagna elettorale, 1,5 milioni di dollari che l'ex first lady ha deciso di dare in beneficenza.