Anche una coppia civitanovese in Irlanda sotto l'Uragano Ophelia

Anche una coppia civitanovese in Irlanda sotto l'Uragano Ophelia

Prospettive meteo- L'ex Ophelia si muove ora verso la Scandinavia attenuandosi ulteriormente; la Gran Bretagna ora vedrà una breve tregua attraverso un miglioramento; sabato è atteso l'arrivo di una nuovo intenso vortice di bassa pressione. In Irlanda viene segnalata la prima vittima provocata dall'uragano.

"È arrivato sino all'Irlanda secondo un tragitto che talvolta si ripete: è anomalo rispetto alla norma ma ogni tanto accade", ha detto al 'Corriere della Sera' Antonio Navarra, direttore del centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici. Superate le isole Azzorre portoghesi, l'uragano è stato declassato a tempesta, ma si sta avvicinando all'Irlanda dove ha fatto tre vittime.

Si contano già i primi disagi - oltre 120mila abitazioni sono rimaste senza luce - e le prime vittime: in Irlanda, una donna è morta; un albero è caduto sulla sua auto, nei pressi di Aglish. Nel giugno scorso, un rogo particolarmente violento aveva provocato la morte di 64 persone in Portogallo.

Ophelia è l'ultimo degli uragani che si stanno formando uno dopo l'altro nell'Atlantico: il 9 ottobre, mentre l'uragano Nate perdeva forza, quest'ultima tempesta era stata osservata dal satellite GOES-16 dell'Agenzia americana per l'Atmosfera e gli Oceani (Noaa) proprio mentre cominciava a formarsi. Le previsioni indicano venti fino a 195 Km/h che hanno portato alla chiusura delle scuole in Irlanda. Il contatto con l'Ulster è ora previsto nella seconda metà di lunedì, seguito a stretto giro dal probabile incontro con la terraferma anche in Inghilterra sudoccidentale e settentrionale (Londra risulta fuori tiro), sulle coste del Galles e su parte della Scozia.

Il servizio meteorologico irlandese ha inoltre innalzato il livello di allerta massimo, passando dall'arancione al rosso per quanto riguarda tutto il Paese.