Virus dentro programma per pulire pc, allarme per milioni di utenti

Virus dentro programma per pulire pc, allarme per milioni di utenti

Calano le tenebre su CCleaner di Piriform, contaminato da una serie di malware ad opera di un attacco hacker.

Roma - A quanto pare Avast non ci sta a passare per agente "appestatore" colpevole di aver diffuso il malware Floxif assieme alla versione 5.33.6162 di CCleaner, accusa che in effetti rappresenta una pessima pubblicità per una società produttrice di software antivirale e che ha spinto il management a pubblicare un post chiarificatore sul blog ufficiale. Le versioni infettate sarebbero state distribuite ad Agosto ed avrebbero fatto già diversi danni, con la distribuzione che si è fermata il 12 Settembre scorso.

CCleaner è noto come lo "strumento di ottimizzazione e pulizia dei PC più popolare al mondo", Si tratta di una soluzione ritenuta affidabile dagli utenti e uno strumento utile per migliorare le prestazioni di PC e smartphone rimuovendo i file non necessari. La scoperta dell'invasione malware ai danni di CCleaner di Piriform è da attribure a Cisco Talos, nota compagnia operante nel settore della sicurezza informativa: si è compreso il tutto a partire dai server sfruttati da Avast!

Avvertita della problematica, Piriform ha provveduto a rimuovere le versioni infette dal virus, un evidente attacco alla sua credibilità, e a diramare gli opportuni consigli sul da farsi, in caso di compromissione del proprio computer: per prima cosa, occorre rimuovere le versioni succitate di Ccleaner, e provvedere ad installare quelle "pulite" rilasciate poche ore fa (es.la versione tradizionale col numero di release 5.34).

Il fatto di per sé è di certo molto grave, ma Piriform ha comunque fatto sapere che gli utenti non corrono alcun rischio.

Il malware sarebbe stato inoculato in CCleaner per mettere le mani su dati precisi (protetti comunque da crittografia, e pertanto ottenibili in libera fruizione solo dopo un certo periodo di tempo): nome del PC in uso, indirizzi IP e lista dei software installati a bordo. Non vi resta quindi che aggiornare di corsa per evitare problemi grossi.