Venezia, vince Del Toro

Venezia, vince Del Toro

In un Lido blindato dalla paura di attentati e con molti plumbei film che hanno raccontato 'l'ombra scura' sull'America di Trump, prevale il disimpegno, la favola.

La Mostra del Cinema di Venezia, arrivata alla sua 74esima edizione, si è conclusa con il trionfo di "The shape of water" di Guillermo Del Toro. "Credo nella vita, nell'amore e nel cinema", ha aggiunto il regista Leone d'Oro.

Gloria anche per l'Italia che porta a casa due importanti riconoscimenti: la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile a Charlotte Rampling - salutata con una standing ovation - nel film di Andrea Pallaoro, Hannah; la vittoria per il miglior film nella sezione Orizzonti con Nico, 1988, biopic sulla musa di Andy Wahrol e cantante dei Velvet Underground diretto da Susanna Nicchiarelli.

Le ragazze con i due protagonisti maschili del film Shain Boumédine e Salim Kechiouche
Le ragazze con i due protagonisti maschili del film Shain Boumédine e Salim Kechiouche

Le altre statuette che sono state consegnate sono state quella del Premio Mastroianni per il miglior attore emergente, che quest'anno è stato vinto da Charlie Plummer, mentre il premio speciale della giuria è andato a Sweet Country. Martin McDonagh (Regno Unito), dark comedy da Oscar con protagonista una straordinaria Frances McDormand con passo alla John Wayne.

Infine il Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima (Luigi De Laurentiis) va sempre a JUSQU'A' LA GARDE di Legrand, una storia di affidamento che alla fine diventa horror.