Valbrembilla. Quarantenne trovato carbonizzato a Pognano

Valbrembilla. Quarantenne trovato carbonizzato a Pognano

L'uomo trovato carbonizzato all'interno di una Fiat Panda andata a fuoco, sarebbe stato ucciso.

Siamo di fronte ad un delitto?

L'auto è intestata a un bergamasco di 42 anni, di Valbrembilla, in valle Brembana.

I vigili del fuoco hanno subito avvertito le forze dell'ordine. Al momento nessuna ipotesi viene esclusa dagli investigatori.

Al momento dunque le indagini sono a tutto campo.

Nella maggior parte dei casi, infatti, è utile rimanere concentrati e utilizzare le primissime ore per tutti i rilievi del caso, così da non tralasciare nulla. È proprio quest'ultima la pista più accreditata.

Lungo la stradina del rogo non stati rinvenuti elementi che facciano pensare a un agguato. Si sa con certezza che l'automobile si trovava abbandonata in una piccolo sterrato tra i campi, una laterale alla Provinciale 127 che collega Pognano con il paesino di Arcene. Solo quando l'incendio è stato domato è stata fatta la macabra scoperta: i pompieri si sono accorti difatti che all'interno dell'auto c'era il corpo carbonizzato di un uomo.

Attorno a mezzogiorno sono arrivati sul posto la pm Raffaella Latorraca e il medico legale Jao Chang, dell'Università degli Studi di Pavia, che hanno dato il via a un sopralluogo con i carabinieri di Treviglio e Bergamo. Al momento non si esclude alcuna ipotesi: da quella dell'omicidio, per ragioni che al momento paiono oscure, a quella del suicidio, con un tragico gesto per cause misteriose.